simulazione

Gli effetti dell’uso del foro stenopeico sulla visione possono essere simulati fotografando una tabella di controllo di Snellen avendo prima regolato la messa a fuoco dell’obiettivo su un punto antecedente a quello giusto (simulando quindi una condizione di miopia).

Il risultato compare nell’immagine a sinistra.

Nel riprendere l’immagine di destra, abbiamo semplicemente anteposto un occhiale SenzaLenti eyeMoving™ proprio davanti all’obiettivo.

immagine ripresa mediante fotocamera messa a fuoco su un punto più vicino del normale (miopia)

immagine ripresa mediante fotocamera messa a fuoco su un punto più vicino del normale (miopia)

immagine ripresa nelle stesse condizioni di quella precedente anteponendo all'obiettivo l'occhiale SenzaLenti eyeMoving™

immagine ripresa nelle stesse condizioni di quella precedente anteponendo all’obiettivo l’occhiale SenzaLenti eyeMoving™

Le immagini doppie o multiple che compaiono nella fotografia di destra spariscono automaticamente dopo poche ore di utilizzo dei SenzaLenti eyeMoving™, quando il cervello avrà ripreso la corretta abitudine a mandare i giusti segnali ai muscoli per “fare muovere gli occhi”.

Il continuo movimento degli occhi è peculiare della vista normale e viene a mancare se si usano lenti correttive (occhiali, lenti a contatto o operazioni chirurgiche), che tendono a fare “fissare lo sguardo”.

Questo naturale e continuo movimento degli occhi può essere ripristinato grazie all’uso degli occhiali a reticolo di fori stenopeici SenzaLenti eyeMoving™.