domande e risposte

  1. Chi può usare i SenzaLenti eyeMoving™?
  2. Per quanto rempo si possono usare?
  3. I SenzaLenti eyeMoving™ “guariscono” la vista?
  4. Dove vengono realizzati i SenzaLenti eyeMoving™?
  5. Come viene ricavato il “reticolo di fori”?
  6. Perché non utilizzate i “fori conici”?
  7. Che dimensione hanno i fori?
  8. I SenzaLenti eyeMoving™ soffrono del difetto dei “quattro cantoni”?
  9. Perché non usate diametri diversi dei fori a seconda del difetto visivo?
  10. I SenzaLenti eyeMoving™ sono utili per difendersi dal sole?
  1. Chi può usare i SenzaLenti eyeMoving™?

    Tutti possono usare i SenzaLenti eyeMoving™, a qualunque età e per qualunque problema visivo. I SenzaLenti eyeMoving™ sono un dispositivo universale che può essere indossato liberamente e non ha alcuna controindicazione. Equivale semplicemente a socchiudere gli occhi per limitare l’afflusso di raggi luminosi, ma con i SenzaLenti eyeMoving™ si evitano le rughe sul viso (le famose zampe di gallina) e gli occhi rimangono in uno stato meno forzoso.



  2. Per quanto rempo si possono usare?

    I SenzaLenti eyeMoving™ vanno usati quando lo si desidera, iniziando con pochi minuti alla volta fino a ore intere, sempre alternando a momenti di riposo a occhio nudo o a occhi chiusi e coperti con le mani.



  3. I SenzaLenti eyeMoving™ “guariscono” la vista?

    Potrebbe succedere ma è molto difficile e sarebbe sbagliato pretenderlo.  Usare i SenzaLenti eyeMoving™ alternandoli agli occhiali correttivi graduati già ci mette nelle condizioni per impedire che il difetto visivo possa ulteriormente peggiorare, e questo potrebbe essere di per sé un buon risultato.  Puntare alla “guarigione” della vista con questi soli mezzi è però chiedere troppo!  Chi fosse interessato alla “Cura della Vista mediante Metodi Naturali” dovrebbe studiare l’unico e solo metodo che possa garantire risultati concreti e duraturi, e cioè il Sistema Bates™ (Metodo Bates Originale), disponibile sul sito http://www.sistemabates.it.



  4. Dove vengono realizzati i SenzaLenti eyeMoving™?

    I SenzaLenti eyeMoving™ sono prodotti interamente in Italia utilizzando componenti di elevatissima qualità che non temono confronti con qualsiasi altro prodotto simile in commercio in tutto il mondo.



  5. Come viene ricavato il “reticolo di fori”?

    Mediante punzonatura a freddo su trancia in acciaio.  Questa particolare lavorazione garantisce che l’interno del foro venga rifinito in modo tale che non ci siano riflessi, dato che la superficie ricavata non è lucida e non riflette.  Il risultato è che i raggi obliqui vengono assorbiti praticamente tutti e non ci sono riverberi fastidiosi che penetrano negli occhi.



  6. Perché non utilizzate i “fori conici”?

    Non ve ne è alcun bisogno, come spiegato nella domanda precedente.



  7. Che dimensione hanno i fori?

    La definizione standard di 1 mm di diametro per 1 mm di profondità, disposti secondo la sezione aurea piramidale a “contropasso verticale”.



  8. I SenzaLenti eyeMoving™ soffrono del difetto dei “quattro cantoni”?

    Questo difetto, che consiste nell’apparizione molteplice di fastidiose palle nere davanti agli occhi ed è tipico dei modelli economici di commercializzazione tedesca come i “rasterbrille”, non è assolutamente presente nei SenzaLenti eyeMoving™ che godono di fori perfettamente cilindrici e attentamente calibrati per evitare ogni sovrapposizione fastidiosa.



  9. Perché non usate diametri diversi dei fori a seconda del difetto visivo?

    Non è necessario in quanto sarebbe una falsa soluzione a un falso problema.  Piú piccoli sono i fori, maggiore è il miglioramento della messa a fuoco, minore è la luce e la possibilità di vedere.  Piú grandi sono i fori, vice versa, maggiore è la possibilità di vedere, ma minore è il miglioramento della messa a fuoco.  La soluzione vera è quella di usare piú luce nell’ambiente in cui si devono usare (installando delle potenti lampade ad ampio spettro come le BioSystemLight® della ditta Bio System Italia di Verona).  Nel guardare la televisione al buio è consigliabile, se necessario (ma di solito non lo è), aumentare il livello di luminosità dello schermo.  Per ottenere dei fori più piccoli, è sempre possibile allontanare di qualche millimetro la distanza dalla lente forata dagli occhi, vice versa per ottenere fori più grandi.



  10. I SenzaLenti eyeMoving™ sono utili per difendersi dal sole?

    I SenzaLenti eyeMoving™ sono il modo migliore per ri-abituarsi alla normale luce del sole senza strizzare gli occhi o soffrire di disturbi organici fastidiosi quali congiuntiviti, cheratiti, blefariti, calazio, eccetera eccetera.  Poiché il reticolo piramidale di fori riduce considerevolmente la quantità di raggi solari che colpiscono l’occhio, essi riducono considerevolmente anche la quantità dei raggi ultravioletti.  Poiché però non li filtrano totalmente, l’occhio non viene privato del loro apporto benefico in modiche quantità.  Continuandone l’uso, alternandolo a quello di occhiali da sole se necessario, il dispositivo SenzaLenti eyeMoving™ porta il cliente a ritrovarsi, dopo qualche settimana, a non soffrire piú alcun fastidio dalla luce.